0201_ok copiaSuccesso di partecipazione e di donazioni per il Charity Dinner di Fondazione Mantovani Castorina, organizzato mercoledì 20 febbraio presso lo spazio Primetime Loft a Milano, alla presenza dell’assessore al Welfare Giulio Gallera, del mondo sanitario e universitario, dell’associazionismo milanese e di oltre 120 ospiti selezionati.

La serata di beneficenza ha permesso di raccogliere oltre 12.000€ di donazioni che aprono la raccolta fondi a favore del nuovo progetto di FMC “Pronti per casa” dedicato alle famiglie di neonati prematuri con sospetta o accertata disabilità.

Ad aprire la serata è stato il direttore di FMC, Angelo Mantovani, constestualizzando il bisogno a cui risponde il nuovo progetto: “Ogni anno in Lombardia nascono 950 neonati con peso inferiore a 1.500 grammi di cui circa 270 neonati immaturi, bambini che fin dai primi istanti di vita hanno bisogno di terapie intensive neonati per sopravvivere al di fuori del grembo materno. Di questi nuovi nati il 4% sviluppa condizioni di estrema fragilità o di potenziale grave disabilità”. “In tempi che il progresso della Medicina rende via via sempre più celeri, i bambini verrano dimessi dalle Unità di Terapia intensiva neonatali e le famiglie si troveranno ad affrontare da sole quello che io chiamo “il passaggio dal sogno alla tragedia” – ha continuato Mantovani – l’infrangersi di tanti sogni e aspettative contro una realtà difficile da accettare e affrontare sotto più punti di vista. Per accompagnare queste famiglie e garantire la salute dei piccoli FMC propone un nuovo modello di accompagnamento alla dimissione dalle unità di terapia intensiva neonatale attraverso un sistema abitativo intermedio: appartamenti in cohousing nei pressi dell’ospedale dove le famiglie potranno alloggiare prima del rientro a casa, seguiti da uno staff di professionisti in un percorso di abilitazione e sostegno genitoriale che garantirà loro supporto psicologico, assistenza medica e infermieristica, formazione in merito alla dotazione di supporti riabilitativi e tecnologici e – ancora – orientamento sulla rete di servizi di cui potranno avvalersi sul territorio una volta rientrati a casa. “Pronti per casa” garantirà di ridurre la degenza ospedaliera e allo stesso tempo gli episodi di riospedalizzazione che oggi interessano circa il 25% di questi bambini (nello specifico il 70% per patologia respiratoria, il 25% per problematiche chirurgiche, l’8% per difficoltà nell’alimentazione e il restante 7% per più causa)”.

A supporto del progetto è intervenuto l’assessore al Welfare Giulio Gallera che ha sottolineato “l’importanza di attivare un nuovo modello sperimentale di assistenza per accompagnare le famiglie in questo momento di grande fragilità e difficoltà”. Nel corso della serata ha poi preso la parola il vicepresidente di FMC, Stefano Mantovani, per ringraziare gli ospiti per il sostegno alla missione della fondazione e citando il libro “Noi siamo immortali” con cui la fondazione ha voluto omaggiare gli ospiti della serata. “Il libro è stato scritto da un caro amico, Giovanni Cupidi (intervenuto anche con un messaggio video), un ragazzo palermitano che nelle pagine del suo libro è riuscito a spiegare la sfida che affrontano tante persone e tante associazioni come FMC, una missione comune e senza confini, da Palermo a Milano, per garantire la qualità di vita a tutte le persone colpite da disabilità ”.

La parola è passata quindi al prelibato menu gourmet firmato da La casa dei sapori Catering, accompagnato da importanti vini delle prestigiose case vinicole Cantina Mencaroni Vini, azienda vinicola Marco Capra, cantina Casa ComerciVini Biagi sponsor della serata.  Grazie a Daniele Milani per averci ospitato e grazie a tutti coloro che hanno collaborato all’organizzazione. Infine, grazie a tutti gli amici che accolto il nostro invito permettendoci di raggiungere un risultato così importante.

Vi raccontiamo questa serata con le foto di Salvatore Pollara.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInEmail this to someonePrint this page